Caricamento Eventi

« All Eventi

DACRU DANCE COMPANY
“People”

Ottobre 31 alle 18:00 - 19:00

PEOPLE, “gente”, è un’analisi profonda e segreta – in alcuni istanti forse serafica – dei contorni degli esseri umani, esponenti di una razza che nella società contemporanea viene sempre più esposta a un fittizio contatto, fatto di sharing fotografico, di giudizi, di gradimento, di ‘seguito’ e ‘status’, inventati e proporzionalmente sempre più circoscritti – spesso esiliati – a una solitudine sociale. 

Solitudine / so•li•tú•di•ne/ *dal lat. solitudo-inis, der. di solus “solo”+.

La scena è frammentata in camere che diventano una chiara allegoria di case, corpi e menti: regna il perimetro di ogni cosa, seppur solitaria o sovrapposta. I confini sono definiti e raccontano la separazione fisica e mentale: non si patiscono e non si provano emozioni che non siano già conosciute, perché tutto quello che arriva è stato precedentemente riscontrato in un proprio vissuto personale. I DaCru indagano sulla straordinaria potenza (a volte violenza) delle distanze sociali, tema carissimo alla coreografa e già trattato in [zerocentimetri] (2019), messo in scena anticipando ciò che sarebbe poi diventato uno stato di fatto in tutto il mondo.

PEOPLE racconta come, in una spazio limitato e delimitato, ogni respiro diventi la ricerca di una piccola terra, di una “comfort zone”, dove si è ciechi a ciò che vive fuori.

Spazio / spà•zio/ *dal lat. spatium, forse der. di patēre “essere aperto”+ Una scena semplice e scarna, spogliata da effetti speciali: pochi oggetti quotidiani, minuscole stanze immaginate in uno spazio sconfinato: qui vive una straordinaria e densa folla di esseri viventi, separati ma allo stesso tempo troppo vicini per non desiderare di sentirsi uno.

“Ti sei mai sentito solo?”



Concept e regia

Marisa Ragazzo

Coreografie

Marisa Ragazzo e Omid Ighani

Danzatori

Davide Angelozzi,

Elda Bartolacci,

Graziana Marzìa,

Alessandro Marconcini,

Alessandra Ruggeri,

Afshin Varjavandi 

Disegno luci

Giuseppe Filipponio 

Editing musiche

Omid Ighani 

Organizzazione

 Alessandra Pagni

Sostegno Compagnia

Naturalis Labor

Dacru Dance Company

Il progetto DACRU nasce nel 1996 dall’unione artistica di due danzatori e coreografi tra i più rappresentativi del panorama della danza urbana italiana, Marisa Ragazzo e Omid Ighani. 

E’ la prima formazione italiana a danzare negli spazi performativi black delle capitali europee in tournée nel ’98 e nel ’99. 

Da qui inizia la spinta verso la sperimentazione della danza urbana mescolata al concetto del teatro come spazio fisico, decisamente estraneo alla street culture. 

In questa zona di confine, i coreografi danno vita ad un percorso innovativo di urban theater, spaziando ovunque possa giungere la contaminazione delle danze urbane, fondendone il gesto tecnico con quello dell’house, della danza contemporanea, del jazz rock e del breaking più innovativo. 

La compagnia debutta nel 1998 e prosegue negli anni successivi danzando su palcoscenici importanti.

Nel 2008 la danza urbana dei DaCru approda sul palco del Malibran-Fenice di Venezia, con il debutto di “Le Roi”, tributo alla lucente e breve vita di J.M.Basquiat, con la collaborazione live del dj californiano Omid Walizadeh, e da lì prosegue incessantemente sul territorio nazionale ed internazionale per importanti teatri, circuiti, residenze, piattaforme e festival.

Speakers

La Scatola dell’arte

Dettagli

Data:
Ottobre 31
Ora:
18:00 - 19:00
Categoria Evento:
Tag Evento:

Organizzatore

La Scatola dell’arte

Luogo

Teatro Artemisio Gian Maria Volontè
Via Edmondo Fondi s.n.c. 00049 - Velletri (RM)
Velletri, Italia
+ Google Maps

Still to Go

Locations